Translate

20110531

un "meccanismo semplice" potrebbe risolvere i problemi della Grecia

Poul Nyrup Rasmussen, presidente del Partito del socialismo europeo (PSE), ha detto che un "meccanismo semplice" potrebbe risolvere i problemi della Grecia, ha detto, "prendere le decisioni giuste", ma è schiacciato sotto il peso della spesa incredibilmente per i prestiti di interesse elevati.
Parlando a EurActiv, in un'intervista esclusiva dopo il suo ritorno da una visita in Grecia, il Sig. Rasmussen ha detto che George Papandreou, il presidente del Consiglio socialista del paese è stata di attuazione per combattere la crisi era stata "troppo sotto trascurato o impropriamente percepito. "
"Si fa quel che vuole. Il problema è che la spesa per interessi sui prestiti sono semplicemente "troppo alto, ha detto Rasmussen, rifiutando l'opinione prevalente dei ministri delle Finanze della zona euro che sentono che il governo greco non mantiene gli impegni assunti.
Rasmussen ha detto che la soluzione al greco è stato quello di "reverse profiling" del debito. In base a tale meccanismo, una proroga del periodo di rimborso sarebbe stato combinato con un tasso di interesse più bassi per lo scambio di obbligazioni, con un meccanismo europeo per garantire che senza alcun costo per Grecia partner europei ", ha sostenuto.
"In primo luogo, esso richiede una notevole estensione del periodo di rimborso per i prestiti in Grecia. Allora avete bisogno di un tasso di interesse più bassi. Infine, deve essere più collegato ad un vero e proprio meccanismo europeo ", ha detto.
Rasmussen ha affermato che la sua proposta avrebbe evitato una situazione in cui le banche che hanno acquistato le obbligazioni greche dovrebbero affrontare le difficoltà legate a un altro sconto. "Retro-profiler debito greco potrebbe migliorare la situazione per tutti", non solo per la Grecia, ma anche per le banche e la stabilità dell'intero sistema, "ha detto.
Il fatto che i cittadini di molti Stati, non solo in Grecia ritiene che le misure di austerità imposto su di loro sono sleali, con l'impressione che la gente che paga il prezzo per le banche o gli errori speculatori, Rasmussen ha difeso l'idea di mettere in atto una tassa sulle transazioni finanziarie (TTF) e attività finanziarie (TAF).
Entrambe le proposte sono all'ordine del giorno della UE per un po 'ma non sono ancora state attuate. "Queste sono le istituzioni finanziarie che hanno creato queste crisi. Nessun uomo al mondo. Ora è il momento per le istituzioni finanziarie per contribuire a porre fine alla crisi ", ha detto Rasmussen.
Il PSE ritiene che una tassa dello 0,05% su ogni transazione effettuata dalle banche europee, hedge fund, fondi di private equity o di banche di investimento potrebbe generare fino a 260 miliardi di euro di fatturato anni.
Per leggere l'intervista completa, clicca qui.

--------------------------------------------------------