Translate

20140512

Il coraggio della morale socialista

D’accordo, le votazioni in Ucraina non hanno quelle garanzie necessarie per essere riconosciute pertanto sono una consultazione a nostro avviso importante, molto importante. Ma se ci è rimasta un pò di dignità intellettuale, nemmeno delle votazioni con i carri armati e blindati possono essere riconosciute valida. 

Ci ritroviamo  in  democrazia,  diretti da oligarchie molto potenti, molto remote e sempre più decisive,  ora è nostro diritto domandarci se  questa è ancora democrazia.
Ci ritroviamo  governati da pochi, è un sistema che concentra il potere a danno dei molti, distruggendo l’idea democratica del potere condiviso tra tutti. 
La domanda che oggi ci poniamo è perché il sistema debba ruotare intorno al benessere di un potere essenzialmente fondato sulla speculazione e la contemplazione della ricchezza anche come modello di vita. 
Quando l’oligarchia si instaura, lo fa manipolandoci attraverso i media, senza mai presentarsi apertamente. Non si espone ma esiste, e si fonda sul denaro, sul potere e sul loro collegamento reciproco: nel sistema finanziario globale il danaro alimenta il potere e il potere alimenta il danaro, lasciando all'impulso della morale la possibilità di opporsi in modo irrazionale e libero, che è diventa  in antitesi all'ordine sociale, e pertanto la morale rischia di non avere molto spazio in una società sempre più complessa che ha bisogno di regole sempre più sofisticate.
Da qui la pretesa di definire una consultazione espressa dalla gente,  non avvenuta o paragonarla ad un consultazione in metropolitana e ignorare il desiderio di democrazia di partecipazione della gente.