Translate

20150607

INDIGNARSI PARE ORMAI TROPPO POCO.

INDIGNARSI PARE ORMAI TROPPO POCO.
Il poco rispetto per il popolo lo si sta vedendo in questi giorni dove la ignobile vicenda di Mafia Capitale lascia coloro che avevano ancora speranza, sfiduciati nei confronti di una Classe Politica a dir poco vergognosa.
Vediamo i fatti: 
Secondo il Presidente Renzi gli indagati dalla magistratura non devono lasciare il proprio incarico e sottolinea come intende “LUI” tra Giustizia e Giustizialismo, riferendosi anche al suo Padre indagato. Non solo, aumenta la dose di Vergogna quando sostiene che, se un personaggio Politico viene anche condannato il suo Staff di cui ne fa parte e ed stato formato sotto la Susa responsabilità può continuare nel operare senza dare le dimissioni “vedi caso Marino”.

Ma tanto per comprenderci analizziamo i  concetti:
Giustizia: Il concetto di giustizia è diverso in ogni cultura.  Una prima teoria della giustizia è stato fissato dal antico filosofo greco Platone, nella sua opera La Repubblica.  Giustizia , nel suo più ampio contesto, comprende sia la realizzazione di ciò che è giusto e la discussione filosofica di ciò che è giusto. Il concetto di giustizia si basa su numerosi campi, e molti punti di vista diversi e prospettive, tra cui i concetti di morale correttezza basata su legge , equità , etica , la razionalità , la religione , e di equità. 
Per noi Italiani si può definire così: La giustizia è l'ordine virtuoso dei rapporti umani in funzione del riconoscimento e del trattamento istituzionale dei comportamenti di una persona o di più persone coniugate in una determinata azione secondo la legge o contro la legge.
Giustizialismo: nel linguaggio comune è l'atteggiamento di chi propone il ricorso alla giustizia rapida e sommaria contro i reati, soprattutto quelli politici ed economici ; parola che deriva dallo spagnolo justicialismo da justicia ossia "giustizia"

Pensiamo già tragico e semplicistico liquidare secoli di storia di filosofia con un interpretazione comune, ma Il Presidente Renzi non si ferma qui nella convinzione che tanto Lui può fare e dire tutto, e perdere per il fondello tutti!, imponendo la Sua  tendenza ad un approccio decisionista, presuntuoso e arrogante della politica tanto da far indicare dalla comunicazione  internazionale questa continua strafottenza come “Celudrismo Renziano”!  Continuando nel  pericoloso tentativo di manomissione della Democrazia, arriva a sostenere  che un indagato dalla giustizia non debba dimettersi sino alla sentenza definitiva. Ovvero,  con gli intrallazzi della Legge, buoni avvocati, per prescrizione, ecc. mai! 
 Ma se una persona è indagata  è sottoposta ad indagine a causa di un illecito nel quale egli è per via ipotetica coinvolto, il non dimettersi potrebbe deviare le indagini corromperle o mutare il senso stesso contrapponendo logiche temporali al proprio piacimento e altri vizi. Un esempio concreto  lo si può vedere in questa vergognosa vicenda di sfruttamento degli immigrati, ipotizziamo che in un futuro possibile anche influenzato dal restare in carica di questi indagati, veda al Governo un partito Razzista, gli stessi indagati verrebbero assolti poiché hanno operando attraverso lo sfruttamento e così impedito l’aumento della immigrazione!    Questo fatto è comune e inerente alla variabilità temporale applicativa e interpretativa della Giustizia secondo legge, tanto da far indicare il Diritto Romano obsoleto confronto il Diritto Anglosassone. Fortunatamente  l’intelligenza umana messa al sevizio della gente  fa che negli altri paesi Democratici un indagato debba almeno moralmente  auto-sospendersi in ragione del rispetto verso il popolo fino al termine delle indagini. Questo è corretto poiché lascia spazio alla Giustizia di fare il suo corso.

Non solo il ganzo “Renzi” sostiene che, se si viene accusati con prove, un politico facente parte di uno Staff, ecc. (vedi Comune di Roma)  il resto del gruppo non deve dare le dimissioni e restare in carica!  
Incredibile forse ci ha presi per scemi! 
aggiungi un posto a tavola!
La fiducia del popolo viene data attraverso un voto, coloro che vengono eletti sono responsabili e garanti dei propri assessori, collaboratori, fornitori, ecc. Già, ben si sa e non si tratta di malafede ma constatazioni degli avvenimenti, che  “Amico caro Amico bello”, tu prendi le tangenti e mi supporti indirettamente con voti di scambio, favori, ecc. Io resto pulito e mi piglio il Potere con benefici e gratificazioni, per genitori e parenti amici vari che ne beneficeranno (qui si inseriscono le famose raccomandazioni che sempre secondo Renzi non bisogna più parlarne!) e “una mano lava l’altra” . 




Marco Porcio Catone è stato un politico, 
generale e scrittore romano, soprannominato "il Censore",
 Data di nascita: 234 a.C., Tusculum
La malattia di Roma che ha contagiato il mondo , 
Corruzione e sussidiarietà al servizio dei potenti
Non si tratta  di  lotte intestine, minoranze, dissidenza è celodurismo Renziano, il Partito Democratico si trova così ad affrontare una delle peggiori crisi della sua storia e sopratutto giustificare la sua presenza nel Partito Socialista Europeo visto che "lora gli è ormai fuggita"

Per quanto riguarda la scuola, le richieste della minoranza PD ruotano tutte attorno al ruolo del super preside, novità della riforma Renzi-Giannini che ha fatto e sta facendo molto discutere, anche perché la gente ha ormai compreso quanto si siano impegnati i Governi Italiani nel mantenere ignorante la popolazione, nella strategia dell’acquisire nozioni dalle fonti primarie  e poi ritrasferirle al Popolo secondo i proprio interesse. Basti vedere come nel nostro paese la Scienza sia ancor oggi modificata e ritardata dalla influenza  politica, deviandone i significati e interpretandola al proprio interesse assolutista. In effetti si sta pensando a tutto salvo all'interesse dei nostri figli per poterli aiutare e  far partecipare nel mondo. 
L’Italia sta attraversando uno dei periodi più tragici della Storia e purtroppo la politica di destra dell’Europa non comprende e non aiuta. Basta pensare che il Presidente della Commissione europea: Jean-Claude Juncker  del documento noto come LuxLeaks - che nel Lussemburgo sotto la sua premiership ha trasformato in un importante centro europeo aziendale di evasione fiscale. Una successiva mozione di censura del Parlamento europeo è stato intentata contro Juncker sul suo ruolo nei meccanismi di evasione fiscale. La mozione è stata sconfitta da una larga maggioranza.
Che l'Europa abbia già adottato la filosofia Renziana?
Giacomo Puccini signature.svg
Impossibile pensare che si pretenda trasparenza dalla gente quando coloro che esercitano il potere non la rispettano.